Attraction and International Mobility

 

 

Pon Attrazione e mobilità internazionale dei ricercatori (AIM)

Programma Operativo Nazionale (PON) Ricerca e Innovazione 2014-2020 – Asse I "Capitale umano" - azioni volte a favorire la mobilità e l'attrazione di ricercatori in ambito universitario.

 

Il Dipartimento di Scienze del Farmaco è beneficiario di due posizioni di Ricercatore a tempo determinato di tipo a (RTD-a), per la durata di 36 mesi (CODICE PROPOSTA: AIM1872330):

1) Progetto dal titolo: Strategie innovative per lo sviluppo di agenti antitumorali

vincitore del concorso per RTD-a: dr. Sebastiano Intagliata (ssd CHIM/08 - Chimica farmaceutica)

Abstract del progetto:  Scarsa selettività tra cellule sane e tumorali e sviluppo di farmaco-resistenza, con conseguente innalzamento della dose terapeutica efficace e amplificazione degli effetti collaterali, rappresentano due tra i più grandi limiti degli attuali farmaci chemioterapici. La progettazione di nuovi agenti antitumorali caratterizzati da elevata efficacia e selettività e bassa tossicità, unitamente alla messa a punto di strategie innovative mirate a superare il problema della farmaco-resistenza costituiscono tematiche di prioritaria importanza nell’ambito del progetto salute. In questo contesto il Di. di Scienze del Farmaco ha maturato una consolidata esperienza ed è proiettato verso l’acquisizione di nuove competenze chimiche e farmacologiche atte a “potenziare” lo sviluppo della suddette tematiche. In particolare, grazie a progetti di ricerca recentemente finanziati in tale ambito e ad una qualificata rete di collaborazioni in ambito nazionale ed internazionale, una buona parte della ricerca dipartimentale è attualmente focalizzata sull’eme ossigenasi (HO) e sui recettori σ (σR) come nuovi targets per lo sviluppo di nuovi agenti antitumorali e parallelamente sull’impiego foto-controllato di ossido nitrico (NO) come agente chiave per combattere la farmaco-resistenza. Unitamente a ciò, particolare attenzione è rivolta alla realizzazione di sistemi di drug delivery basati su nanoparticelle polimeriche biocompatibili per la veicolazione di agenti antitumorali, di fotoprecursori di NO e di loro opportune combinazioni.

=========

2) Progetto dal titolo: Approccio transdisciplinare alla modulazione dei recettori sigma-1 con finalità neuroterapiche

vincitrice del concorso per RTD-a: dr.ssa Antonella Caccamo (ssd BIO/09 - Fisiologia)

Abstract del progetto: Il dipartimento di Scienze del Farmaco da anni conduce ricerche di base nel campo delle neuroscienze, mirate all’identificazione di nuovi target farmacologici ed allo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento di patologie neurologiche e psichiatriche quali la malattia di Alzheimer (AD), la depressione e il dolore cronico. In questo ambito, la ricerca di molti ricercatori del dipartimento è stata orientata verso lo studio del recettore sigma-1 e la progettazione e sintesi di ligandi selettivi per tale recettore, da testare per la loro potenziale efficacia terapeutica.

In tale linea si inserisce questa ricerca: facendo uso di modelli preclinici di disfunzione cognitiva, neurotossicità e dolore persistente e mediante approcci in vitro e in vivo, il progetto si propone di investigare, nel prossimo triennio, le azioni pro-cognitive e neuroprotettive, l'efficacia analgesica e il delivery innovativo di agonisti dei recettori sigma-1 progettati da colleghi del dipartimento.

Il forte carattere innovativo e di interdisciplinarietà degli studi, la qualità degli obiettivi di ricerca  e la presenza di una giovane ricercatrice con le competenze necessarie ad operare sia su modelli animali di patologie nervose che su tematiche di tipo farmacologico e biomolecolare garantisce ottime probabilità di successo al progetto, con promettenti ricadute in campo neurofarmacologico, tecnologico farmaceutico e traslazionale.

========

 

 

 

 

Ultima modifica: 
11/03/2020 - 22:47